Palazzo Spampatti – Gandino

Palazzo Spampatti da «Ca’ di sciure Elie» a complesso residenziale

Il palazzo Spampatti, pregevole edificio del secolo XV e perla dell’architettura civile di Gandino, sta riemergendo in tutta la sua bellezza, dal passato di abbandono, incuria e degrado in cui era finito, grazie all’iniziativa di privati che ne hanno deciso il recupero attraverso un intervento di ristrutturazione che ne ha riportato alla luce i pregi architettonici e artistici.

L’edificio sorge in via Dante, in pieno centro storico, nell’antica contrada di «Cim Gandì». Il corpo principale, il più antico del complesso, è costituito dalla parte nobile, con porticato e sale decorate e caratterizzate da volte di diversa tipologia. Nella sua evoluzione storica sono state individuate quattro fasi: quella anteriore al XV secolo, quella appartenente al XV secolo, una fase seicentesca e infine una quarta fase a cavallo tra Settecento e Ottocento in cui fu realizzato il porticato con i soprastanti piani.

         

Il complesso, che è sotto il vincolo della Sovrintendenza ai Beni monumentali, presenta al piano terra eleganti arcate, otto locali con volte, camini e affreschi ornamentali con motivi musicali e classici. Al primo e secondo piano si accede mediante uno scalone a due rampe con gradini in pietra di Sarnico. Nel cortile interno una vasca adibita a peschiera dove, nei tempi passati, guizzavano i pesci rossi.

In paese il palazzo è noto come «la Ca’ di sciure Elie» perché in passato fu proprietà di due sorelle zitelle (ricordate come benefattrici del paese per aver donato alla parrocchia il terreno su cui è sorto l’oratorio), figlie di Elia Caccia, proprietario dell’immobile successivamente passato alla famiglia Spampatti. Nel corso del tempo nell’ala Ovest del palazzo furono insediate una filanda e un’officina, poi il complesso cadde nell’oblio e nel decadimento rimanendo disabitato per una trentina d’anni.

Recentemente è stato acquistato dall’Immobiliare G. S. di Bergamo che ha messo a punto un progetto di recupero a firma degli architetti Marco Paolo Servalli e Adele Sironi, degli ingegneri Alessandro Caneva Zanini e Marco Myallonier e del geometra Roberto Carissoni. Il recupero dell’edificio è opera dell’impresa «Edile Asperianum s.r.l.» di Bergamo che vi realizzerà degli appartamenti. I lavori iniziati all’inizio del 2006, sono ormai nella fase finale.

Dopo gli interventi volti al restauro e al risanamento conservativo, la demolizione, la ricostruzione e l’ampliamento di una parte del fabbricato crollato e la costruzione di autorimesse interrate, negli ultimi mesi sono stati effettuati lavori di finitura. «La facciata interna della parte corrispondente all’antica filanda è stata terminata – spiega l’architetto. Servalli – e il porticato interno al piano terra è concluso, completate anche le facciate esterne con l’installazione di fari sottogronda per le ore serali. All’interno i restauratori stanno intervenendo sugli intonaci antichi.

Il muro di cinta soprastante i due piani delle autorimesse (70 box), e posto sul sedime delle antiche mura di Gandino, è stato conservato. Sono stati infine installati tutti i nuovi impianti idraulici ed elettrici all’interno dell’edificio. Restano da realizzare, nei prossimi mesi, le opere di finitura interna, la posa delle pavimentazioni, dei serramenti e le finiture del giardino a piano terra dove verrà recuperata la peschiera».

HOME PAESE Gandino ARTICOLI Gandino ITINERARI Gandino EVENTI Gandino NEGOZI Gandino MANGIARE Gandino DORMIRE Gandino LOCALI Gandino SERVIZI Gandino AZIENDE Gandino CASE Gandino SCUOLE Gandino ASSOCIAZIONI Gandino ARTISTI Gandino WEB CAM Gandino VIDEO Gandino

Pubblicato in Abitazioni Storiche Bergamo, Abitazioni Storiche Gandino, Abitazioni Storiche Valle Seriana, ARTE e CULTURA BERGAMO, Arte e Cultura Gandino, Arte e Cultura Valle Seriana, Gandino Cosa Visitare, ITINERARI BERGAMO, ITINERARI PROVINCIA BERGAMO, Palazzi Storici Bergamo, Palazzi Storici Gandino, Palazzi Storici Valle Seriana, VALLE SERIANA Cosa Visitare e ZONA ITINERARI BERGAMO

SPONSOR di Gandino – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune? INFORMAZIONI

Andrea Sepe Jeans GandinoMacelleria Coter GandinoMerceria Fili e Profili GandinoCartoleria Fashion School  GandinoLavasecco Bonazzi GandinoRistorante Monte Farno GandinoGandino Erboristeria NaturalmentePizzeria Capriccio GandinoAcconciature Valeria Style GandinoMauro Orafo GandinoPanificio il Fornaio GandinoParrucchiera Silvia GandinoCiumba GandinoMoquette Moro Gandino Arcos Centro Estetico Gandino Bar Liù GandinoArredamenti Valgandino Gandino Tabaccheria Silvia Gandino Ottica Bonazzi Gandino Pastificio Bergamelli Gandino Scuola Danza Gandino Perletti Gandino La bottega dell’arte Gandino Rifugio Parafulmine Gandino Panificio Spiga d’Oro Gandino Calzolaio Ferrari Gandino Alimentari Ferrari GandinoAnesa Hifi GandinoAntica Fontana GandinoFerramenta Lanfranchi GandinoCalzature Zenoni GandinoAbil Legno Maffeis GandinoEikos Materassi GandinoImpresa Edile Paganessi GandinoOttica Rottigni GandinoBar Sport GandinoConizzoli Lorenzo GandinoImmagine di Sonia GandinoAgricoltura Savoldelli Clemente Gandino Globo Arredi Gandino Impresa Edile Della Torre Gandino Carrozzeria Nicoli Gandino Onoranze Funebri San Michele – Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino

SCHEDE SIMILI

Chiesa Monte Farno – Gandino

Chiesa monte Farno Gandino, BG, Italia

Chiesa della Madonna Addolorata al Monte Farno – Gandino Arrivati al Monte Farno si vede la Colonia dove anni fa venivano ospitati centinaia di ragazzi che da… Leggi tutto…