Palazzo Giovanelli – Gandino

L’imponente Palazzo Giovanelli in contrada del Castello, fatto costruire, ma mai terminato, dal barone Gian Andrea Giovanelli, commissario generale dell’esercito imperiale, morto il 25 dicembre 1673 a Limburgo sulla Lana (Assia, Germania). La targa posta sul maestoso portale reca la data di costruzione del 1667. (cabreo del sec XVIII, da Gandino la storia, Gelmi P. )

È la più monumentale delle numerose residenze dei Giovanelli. L’edificio, voluto dal Barone Gian Andrea per trascorrervi gli ultimi anni di vita dopo essere stato fedele e stimato consigliere dell’Imperatore Leopoldo I d’Asburgo, ha caratteristiche del tutto singolari perché rompe lo schema del palazzo gandinese proponendo una facciata di ordine gigante, interrotta nella parte centrale dall’altissimo portale in arenaria finemente decorato con motivi araldici e panoplie e terminante con i due grifoni, che saranno utilizzati per lo stemma del comune di Gandino.


La costruzione del 1668 (non esistono notizie certe sul progettista dell’opera), come risulta dal cartiglio posto al di sopra della chiave del portale, ingloba l’ala ortogonale più antica, recuperata al gusto dell’epoca e decorata con soffitti lignei di particolare interesse che propongono in forma ripetitiva lo stemma della casata.

Belli gli stipiti in pietra arenaria delle porte e delle finestre protette da robuste inferriate. Verso il cortile il disegno di facciata supera lo schema rigido della fronte principale e propone aperture binate (lato Est), e lo scalone d’angolo ornato con una elaborata balaustra di pietra. Il palazzo, solo parzialmente utilizzato, conserva tra l’altro parti decorative in stile Liberty.

Le pareti interne dell’ala antica, ritinteggiate in epoca successiva, lasciano affiorare disegni seicenteschi.
Il palazzo passò di mano a diverse proprietà; di recente il dott. Angelo Alberti ( 1909 – 1973 ) lo lasciò in eredità alla Casa di Riposo di Gandino che lo cedette pochi anni dopo al Comune di Gandino, attuale proprietario.

CARATTERISTICHE ARCHITETTONICHE

L’edificio è risultato dalla rifabbrica e dalla riunione di diversi edifici. L’impianto principale ad L si compone di due corpi di fabbrica che si sviluppano per due piani fuori terra più sottotetto: quello che affaccia su strada con imponente facciata e quello che dall’estremo ovest si stacca normalmente con grande porticato al piano terra e leggero loggiato al piano soprastante; di fronte a quest’ultimo si trova un’edificio con loggiato ligneo più basso.


La facciata principale è imponente, con un grandioso portale a bassorilievo coronato da un balcone fiancheggiato da due grifoni alati e due serie di finestre a timpano spezzato, forse un’aggiunta le lesene giganti; tutte le decorazioni sono in pietra di Sarnico. I solai presentano due tipologie principali: il piano terra è coperto in prevalenza da volte in pietra, ma ci sono anche solai in travetti di legno e assito; il piano primo presenta solai in travetti di legno e assito tranne che per la zona dell’androne d’ingresso e le scale.

UTILIZZO E INTERVENTI DI RESTAURO-CONSERVAZIONE

Nei primi anni ’80 del XX secolo nel corpo su strada venne insediata la biblioteca civica. Attualmente due sale al piano terra sono sede di associazioni culturali, il resto del palazzo è inutilizzato. Interessato da ristrutturazione nel 1979, su progetto dell’architetto Moro, solamente per gli ambienti adibiti a biblioteca. Nel 1987 venne effettuato il restauro conservativo della facciata su strada.

Lo stemma della fam Giovanelli e immagini collezione Gustavo Picinali

Epoca di costruzione: sec. XV – 1668

Uso attuale: corpo principale: sede di associazioni

HOME PAESE Gandino ARTICOLI Gandino ITINERARI Gandino EVENTI Gandino NEGOZI Gandino MANGIARE Gandino DORMIRE Gandino LOCALI Gandino SERVIZI Gandino AZIENDE Gandino CASE Gandino SCUOLE Gandino ASSOCIAZIONI Gandino ARTISTI Gandino WEB CAM Gandino VIDEO Gandino

 

Visitabile su prenotazione tel. 035.745567

Scrivi Recensione

Pubblicato in Abitazioni Storiche Bergamo, Abitazioni Storiche Gandino, Abitazioni Storiche Valle Seriana, ARTE e CULTURA BERGAMO, Arte e Cultura Gandino, Arte e Cultura Valle Seriana, Gandino Cosa Visitare, ITINERARI BERGAMO, ITINERARI PROVINCIA BERGAMO, Palazzi Storici Bergamo, Palazzi Storici Gandino, Palazzi Storici Valle Seriana, VALLE SERIANA Cosa Visitare e ZONA ITINERARI BERGAMO

SPONSOR di Gandino – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune? INFORMAZIONI

Andrea Sepe Jeans GandinoMacelleria Coter GandinoMerceria Fili e Profili GandinoCartoleria Fashion School  GandinoLavasecco Bonazzi GandinoRistorante Monte Farno GandinoGandino Erboristeria NaturalmentePizzeria Capriccio GandinoAcconciature Valeria Style GandinoMauro Orafo GandinoPanificio il Fornaio GandinoParrucchiera Silvia GandinoCiumba GandinoMoquette Moro Gandino Arcos Centro Estetico Gandino Bar Liù GandinoArredamenti Valgandino Gandino Tabaccheria Silvia Gandino Ottica Bonazzi Gandino Pastificio Bergamelli Gandino Scuola Danza Gandino Perletti Gandino La bottega dell’arte Gandino Rifugio Parafulmine Gandino Panificio Spiga d’Oro Gandino Calzolaio Ferrari Gandino Alimentari Ferrari GandinoAnesa Hifi GandinoAntica Fontana GandinoFerramenta Lanfranchi GandinoCalzature Zenoni GandinoAbil Legno Maffeis GandinoEikos Materassi GandinoImpresa Edile Paganessi GandinoOttica Rottigni GandinoBar Sport GandinoConizzoli Lorenzo GandinoImmagine di Sonia GandinoAgricoltura Savoldelli Clemente Gandino Globo Arredi Gandino Impresa Edile Della Torre Gandino Carrozzeria Nicoli Gandino Onoranze Funebri San Michele – Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino Visitare Gandino

SCHEDE SIMILI

Basilica di Santa Maria Assunta – Gandino

35745425

Basilica di Santa Maria Assunta, Piazza Emancipazione, Gandino, BG, Italia

Basilica di Santa Maria Assunta – Gandino La Basilica di Santa Maria Assunta, complesso monumentale di notevole importanza, ha subito profonde trasformazioni nel tempo. Leggi tutto…