Chiesa di San Pietro a Desenzano al Serio – Albino

Chiesa Romanica di San Pietro e Paolo a Desenzano al Serio ( Frazione di Albino ) con la casa parrocchiale ( sec XIV ). Dove una volta sorgeva il piccolo cimitero oggi vi è un parcheggio per le auto. Sotto la Chiesa vi sono alcuni esempi di catacomba. Sfiorata sul suo lato sud dalla strada comunale per Comenduno, la chiesa parrocchiale è collocata sull’estremo limite dell’abitato, posizione dovuta al fatto che un tempo serviva da parrocchia anche alla frazione di Comenduno. La precede sul lato ovest un discreto sagrato delimitato verso la strada da un parapetto in muratura e verso ovest da pilastrini uniti da catene metalliche. La pavimentazione è formata da selciato tranne che nella striscia davanti al portichetto che è in lastre di arenaria. La facciata della chiesa è molto semplice e presenta un portico aperto sul fronte con tre arcate a tutto sesto in muratura, poggianti su colonne in pietra di Sarnico complete di base e capitello in stile toscano. Delle volte a crociera coprono il portico coperto da tetto a tre falde.

Sotto il portico si apre l’ingresso principale con contorno di marmo ad arco a tutto sesto. Sopra il portico, la facciata continua molto semplice, interessata da un’ampia finestra semicircolare e da un coronamento molto stilizzato che segue le due falde della copertura della chiesa. Attraverso il portale si perviene mediante bussola di legno al vano della chiesa, che presenta una sola navata suddivisa da archi a sesto acuto di muratura in quattro campate coperte da tetto di legno con struttura a vista. Finestre ad arco con svasatura all’interno illuminano la navata due in ciascuna campata, una per lato, ad eccezione della terza e quarta campata in cui le finestre sono presenti solo sul lato sud, poiché all’esterno del fianco nord vi è la vecchia casa canonica. La terza campata presenta verso nord l’ingresso secondario e poco più in alto è in opera il pulpito in noce. Nella quarta campata, sul lato nord, ci sono due porte poste, la prima immette alla sagrestia mentre la seconda, rivolta ad est, porta ad un ripostiglio. Il presbiterio in rilievo di due gradini rispetto al pavimento dell’aula, è a pianta rettangolare coperto da volta a botte ricavata tra due arcate sempre a sesto acuto e si completa nel coro a pianta semiesagonale coperta da tre vele.

Due finestroni analoghi a quelli della navata illuminano al coro. L’altare maggiore è composto da marmi colorati nella parte delle alzate dei candelieri e da marmi neri nella parte bassa. La mensa ha un paliotto decorato da due grandi, girali a intarsi arrochito da fiori e ramoscelli con uccelletti. Il tabernacolo è in marmo nero con intarsi e decorazioni floreali. La tribuna per le esposizioni sormonta l’ultimo gradone per candelieri ed è a forma di tempietto sorretto sulla fronte da colonnine tortoli in marmo rosso di Camerata. Sopra l’elegante cupoletta è in opera la statua del Cristo risorto. Ai lati del presbiterio, in alto, è in opera la cantoria con l’organo, molto semplice laccata con colore simile a quello delle pareti.  Nel coro lungo le pareti sono addossati ventuno sedili separati da montanti finemente incisi che reggono sedili mobili, formati da un piano che fa da bracciale sormontato da grifoni; colonnine scanalate separano tra loro gli schienali degli scanni e reggono con mensole intagliate e decorate a testa d’angelo sulla fronte, un cornicione corrente finemente lavorato con fogliami nel fregio conclude il tutto. I fondelli dei singoli scranni sono riquadrati in cornici a disegno geometrico.

La chiesa di San Pietro è il principale luogo di culto cattolico di Desenzano al Serio frazione di Albino, in provincia di Bergamo, situato in via Ripa, sulla strada che si collega con la frazione di Comenduno. L’edificio è preceduto da un porticato e da un sagrato con la pavimentazione in selciato di pietra attraversato da lastre in arenaria delimitato da un basso muro che lo divide dall’asse stradale. L’edificio risale al XIV secolo, viene citato in un atto notarile del 22 novembre 1312. Una prima ristrutturata con ampliamento risale al 1419. La costruzione della torre campanaria risale al 1434, fu poi maggiormente innalzata nel 1640, mentre la cupola in zinco a forma di cipolla fu collocata solo nel 1876. La cupola fu rimossa nel 1944, causa il periodo bellico. L’ultimo restauro della torre e delle campane è del 2017.

L’interno della chiesa originaria, era costituito da un’unica navata, tre arconi a sesto acuto la dividevano in tre campate che si univano con l’abside forse dalla forma semicircolare. Il porticato esterno fu costruito nel 1561, come riporta la scritta sulla chiave di volta del portale d’ingresso: EGO TIBI DABO CLAVES REGNI CAELORUM MDLXI. Risulta infatti elencato negli atti della visita pastorale del 15 ottobre 1575 di san Carlo Borromeo. Negli atti delle visite pastorali, risultano fossero presenti altari che il cardinale ordinava venissero rimossi, e la composizione dell’aula di quattro campate. Nella visita successiva del vescovo Gerolamo Ragazzoni si evince che all’edificio furono eseguite notevoli migliorie. Numerosi furono gli interventi nel XX secolo. Nel 1923 fu eseguito un restauro che vide sostanziali modifiche del presbiterio, e nel 1976 un altro restauro conservativo generale.

La chiesa anticamente serviva anche la frazione di Comenduno grazie alla sua posizione all’estremo limite dell’urbano di Desenzano sulla strada che collega con la frazione più a nord. La facciata della chiesa è preceduta da un porticato racchiuso da tre arcate a tutto sesto con tre colonne in pietra di Sarnico complete di capitello e alta base in stile toscano, Nel 1945 nuove colonne hanno sostituito quelle più antiche. Il tetto del porticato è a tre falde. Il portone d’ingresso ha contorno in marmo con arco a tutto sesto. La facciata della chiesa prosegue con l’edificio della canonica. L’interno dell’aula si presenta a un’unica navata preceduta da una bussola d’ingresso. L’aula è divisa da quattro campate ciascuna illuminata da una finestra ad arco svasato verso l’interno. Un secondo ingresso è presente nella terza campata. Due gradini collegano l’aula con il presbiterio che è a pianta rettangolare con soffitto a botte composto da due arcate a sesto acuto.

L’abside è a pianta semiesagonale e composta di tre vele. Su quella centrale vi è il polittico di San Pietro, opera lignea dei Marinoni famiglia di pittori originari proprio della frazione. Centrale al polittico la scultura raffigurante san Pietro, titolare della chiesa, opera lignea di Pietro Bussolo del tardo Quattrocento. Il coro è composto di ventun sedili divisi da stalli incisi che sostengono i sedili movibili composti da fondelli che ornati di disegni geometrici, i braccioli sono adornati da grifoni in legno intagliato. Gli stalli sono divisi da colonnine che contengono mensole intarsiate con la raffigurazione di testa d’angelo sulla parte centrale. Una cornice intarsiata con foglie definisce il coro.

HOME PAESE Albino ARTICOLI Albino ITINERARI Albino EVENTI  Albino NEGOZI Albino MANGIARE Albino DORMIRE  Albino LOCALI Albino SERVIZI Albino AZIENDE Albino CASE Albino SCUOLE Albino ASSOCIAZIONI Albino ARTISTI Albino WEB CAM Albino VIDEO Albino

INFORMAZIONI

Il Santuario Beata Vergine del Miracolo Madonna della Gamba si trova in Piazza Santuario 24021 DESENZANO  (Comune di Albino) Tel. 035.751323 e 035.752594 (diocesi di Bergamo).

La festa principale ricorre il 9 ottobre anniversario dell’Apparizione, preceduta da una novena di preghiera. Orari di visita: dalle 7 alle 12 e dalle 13,30 alle 19.

C’è un ampio oratorio a disposizione dei gruppi di pellegrini.

COME SI RAGGIUNGE In auto: autostrada A4 Milano-Venezia, si esce a Bergamo, si prende la strada per la Valle Seriana. In treno: Linea Milano-Bergamo, da Bergamo pullman con fermata ad Albino – Desenzano.

Pubblicato in Albino cosa visitare, Chiese Albino, Chiese Bergamo, Chiese Valle Seriana, ITINERARI BERGAMO, ITINERARI PROVINCIA BERGAMO, LUOGHI di CULTO Albino, LUOGHI di CULTO BERGAMO, LUOGHI di CULTO Valle Seriana, VALLE SERIANA Cosa Visitare e ZONA ITINERARI BERGAMO

SPONSOR di Albino – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune?

INFORMAZIONI

Laboratorio Dentale Mariani AlbinoCalzature Cugini AlbinoAbbigliamento albinoCentro Estetico Tindara AlbinoPunto Sport AlbinoBomboniere Il Canneto AlbinoColorificio Nembrini AlbinoNarciso Abbigliamento Albino Action Hair AlbinoTrattoria Moro da Gigi AlbinoOlimpo Acconciature AlbinoEstetista Profumeria Vanity AlbinoMason Michelangelo AlbinoGallo Grill AlbinoIntegramente Albino Figurella Albino B & B Casaviva AlbinoPunto Scarpe AlbinoFerramenta Buttinoni AlbinoRistorante Via Mazzini 200 Albino Trattoria Come una Volta Albino Ristorante Trattoria alle Trote Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino Località Albino

SCHEDE SIMILI